Web Filtering: la navigazione internet in azienda e l’imprenditore

Scritto il 19/04/2012
 

Web Filtering: questo è il tema di oggi. Dall’accesso internet aziendale i dipendenti e i collaboratori hanno la possibilità di compiere azioni difficilmente controllabili e potenzialmente dannose di cui l’imprenditore è penalmente ed economicamente responsabile.

Tutela del legale rappresentante

web filteringL’imprenditore può tutelarsi:

  1. tracciando l’utilizzo di internet da parte dei dipendenti e collaboratori nel rispetto del d.Lgs. 231/2001 (riservatezza dei lavoratori) e dell’articolo 4 della legge n. 300/1970. In pratica l’imprenditore può analizzare l’utilizzo di internet senza che questi  dati e comportamenti siano riconducibili a persone specifiche
  2. informando dipendenti e collaboratori che l’utilizzo di internet verrà tracciato nel pieno rispetto delle leggi
  3. bloccando l’uso improprio qualora ne emerga un utilizzo non in linea con le finalità aziendali

Tutela economica dell’azienda

La visualizzazione contemporanea di 4 video su YouTube da parte di altrettanti utenti può assorbire tutta la velocità di accesso ad internet dell’azienda, a discapito di funzioni vitali quali l’home banking. La connessione internet aziendale può essere rallentata fino ad essere inutilizzabile.

Non si tratta in questo caso di un abuso penalmente perseguibile, ma di un uso improprio che può essere messo in atto anche inavvertitamente.

Come porvi rimedio grazie al Web Filtering

Occorre applicare filtri e regole che diano il giusto peso ai vari servizi internet, ad esempio:

  1. dare priorità ai servizi internet utilizzati per gli scopi aziendali ponendo in secondo piano tutti gli altri
  2. concedere l’utilizzo dei social network solo a coloro che ne fanno uso per gli scopi dell’azienda (ad esempio ufficio stampa o marketing)
  3. bloccare lo scaricamento di film e musica da strumenti di scambio come Emule o BitTorrent
  4. bloccare i siti che mettono a disposizione contenuti pericolosi o inutili quali pornografia, scommesse, incitamento alla violenza
  5. concedere eventuale utilizzo dei siti di intrattenimento in fasce orarie opportune

Soluzione

Prima di investire è opportuno verificare cosa realmente accade in azienda.

Per fare ciò SafetyCloud ti dà gratuitamente una black-box della Cyan Network che si installa senza competenze tecniche e, già in una settimana,  genera report su ciò che viene fatto con Internet, mostra i consumi, le abitudini degli utenti, i siti visitati ed è tutto a norma di legge. Questo dispositivo osserva le più severe norme a livello mondiale, per questo è stato adottato da ambasciate, multinazionali, aziende ed enti pubblici.

Passa all’azione

Inizia ora la tua tutela, chiedi a SafetyCloud la tua black-box gratuita per una settimana:

Vuoi maggiori informazioni?

Seleziona un modulo valido

 

Serverlab