L’integrazione con Vizioncore

Scritto il 04/11/2008
 

Fare data recovery a grandi distanze non è più un’impresa titanica grazie all’integrazione tra le tecnologie messe in campo da Vizioncore e da DataCore Software.
Vizioncore vRanger PRO e DataCore SANMelody con la sua esclusiva funzione di replica asincrona AIM sono quello che serve per eseguire backup e replica dal data center virtualizzato VMware al sito data recovery sempre in ambiente virtuale VMware ESX server.

DataCore e Vizioncore, un’integrazione testata

DataCore e Vizioncore hanno fatto un esperimento. Hanno posizionato il data center in Arizona (West Coast) e il sito di data recovery in Texas (East Coast). In mezzo, l’America.
L’unica possibilità per poter fare la disaster recovery dal sito in Arizona a quello in Texas sta nell’opzione AIM (copia IP asincrona), incluso nel pacchetto DataCore SANMelody. AIM consente ai server di usare un sistema di buffering che memorizza i dati localmente fino a quando possono essere inviati tramite quello che è solitamente un collegamento lento.

DataCore e Vizioncore per data recovery a distanza

SANMelody per la gestione data center

Per prima cosa, si creano i volumi SAN con DataCore SANMelody, sia nel data center che nel data recovery. Quindi si predispone il collegamento tra il volume virtuale SAN in Arizona e quello in Texas. A questo punto con SANMelody si crea nel data center un volume virtuale predisposto quale destinazione per i backup di vRanger PRO.

vRanger PRO per backup e ripristino, SANMelody per la copia asincrona

Ora Vizioncore vRanger PRO è pronto per fare il backup sull’ESX server virtuale del data center; lì interviene l’opzione SANMelody AIM che replica in maniera asincrona i backup di vRanger nel SANMelody server del data recovery texano.

I backup di vRanger replicati possono servire come backup fuorisede, in alternativa si possono usare per implementare backup tradizionali impostando lo scheduling di backup.
Dal data recovery del Texas è inoltre possibile fare il passaggio inverso, per ripristinare le macchine virtuali o i dati nel data center in Arizona.

In questo modo è stato realizzato un data recovery a grande distanza, attivo, efficiente e low cost.Il processo di backup e replica asincrona è automatizzabile e, qualora la rete non rispondesse ai requisiti di sicurezza aziendali, la trasmissione di dati può essere criptata grazie all’opzione di criptaggio presente in vRanger PRO.

Per ulteriori informazioni, è disponibile il whitepaper in lingua inglese.

Serverlab