Tutte le novità del Citrix Summit Europe

Scritto il 10/11/2011
 

Dal 24 al 28 ottobre si è svolto a Barcellona il Citrix Summit 2011. Con un’affluenza record: +40% rispetto al Summit di Berlino 2010. E di certo non poteva mancare Serverlab.

Ecco a voi le numerose novità Citrix in pillole e tutte le foto dell’evento.


Public Cloud strategy: come far costare poco i PC in cloud

Si è reso evidente che il costo dei PC sta nella gestione, non nei fabbisogni tecnici. Citrix ha creato un portale, un singolo punto di gestione per i PC in cloud: CloudPortalServices Manager.

È integrabile con i servizi di gestione di terze parti quali RES, Sepago, AppSense e Cloudstack, inoltre semplifica il billing, la gestione utenti, le applicazioni, ma soprattutto può gestire un mix di utenti XenDesktop e XenApp!


È tramontata definitivamente l’era del PC tradizionale

È finita definitivamente l’era del PC tradizionale. Inizia l’era dei PC definiti dalla “nube” su cui lavorano: quella personale, quella privata, quella pubblica. Una nube, un cloud che ha invertito le regole:

  • prima la mobilità era l’eccezione, ora la regola
  • prima il lavoro sulla farm interna era la regola, ora l’eccezione
  • prima l’uso dei dispositivi personali era l’eccezione, ora la regola


Il web e l’ultimo miglio: Citrix firma un accordo di portata mondiale con la COTENDO per migliorare la velocità e la sicurezza delle applicazioni sul web.

Altre 2 notizie sempre nell’ottica dell’addio al pc tradizionale:

  • esce XenServer 6 già ottimizzato per la feature 3D di XenDesktop
  • alleanza con Cisco: i telefoni IP di Cisco avranno Citrix Receiver e i server Cisco UCS sono particolarmente ottimizzati per scalare velocemente sui sistemi XenDestop.

Due chiacchiere con Mark Templeton

«Il vecchio modo di lavorare dell’IT – “preparo quel PC con quella configurazione per far lavorare questa o quella persona” – finirà molto presto. La gente ora vuol prendere il suo dispositivo per lavorare. Poi vuole scegliere quali applicazioni usare per lavorare. E porta con sé i dati su cui lavora. Questo è il futuro, per molti è già il presente.»

«Come rendere produttivo l’uso dei servizi offerti dal Cloud? Vi faccio un esempio: quando implementammo SAP ci avvalemmo di un’azienda esperta per personalizzarlo. Lo personalizzammo moltissimo. 10 milioni di dollari dopo scoprimmo di aver impostato tutto per un’azienda monoprodotto, che non eravamo più. Ricominciammo tutto da capo dicendo: usiamolo così com’è, adattiamoci noi a lui. Facemmo lo stesso anche per SalesForce, adattando entrambi solo per piccole aree. Fu un successo.»

Follow Me Data: altroché Dropbox…

Con l’acquisizione di ShareFile, Citrix rilascia la piattaforma Follow Me Data: d’ora in poi client locali o cloud possono “portarsi dietro” i propri dati ovunque con la cifratura e la sicurezza necessari. Altroché Dropbox…

Oggi la gente usa Exchange per scambiarsi i file: la posta come un fileserver! Con Follow Me Data Outlook non sposta più i file, ma invia una notifica al destinatario che il file è disponibile sull’area condivisa Follow Me Data.

Follow Me Data è disponibile per iPhone, iPad, BlackBerry, Android, fornisce scambio file dentro e fuori l’azienda in maniera cifrata.

La funzione Follow Me Data viene inclusa sul nuovo Citrix Receiver, così le applicazioni erogate da XenApp trovano i dati sul dispositivo, qualsiasi tipo di dispositivo. Non solo: tutte le applicazioni vengono erogate via Receiver, anche quelle public cloud come LinkedIn, Sugar, SalesForce, Gmail… con la sicurezza di un sistema single sign-on gestito da Cloud Gateway.

E in caso di furto… Remote Wipe! L’amministratore IT può cancellare il contenuto di un dispositivo anche da remoto.

H&M e Ciner: 2 storie di successo Citrix

H&M: come centralizzare una multinazionale

Mats Andersson di H&M racconta come la sua azienda, presente in 40 paesi, ha centralizzato tutta l’infrastruttura con XenDesktop.

Ciner: web server a prova di disputa internazionale

Nel 2011, a causa della controversia internazionale sulla flottiglia di Gaza, furono attaccati pesantemente i web server e le applicazioni web di Ciner, colosso turco delle produzione energetica e dei media. Non subirono alcun down dei sistemi perché poco tempo prima avevano installato NetScaler per la stabilità applicativa. Dopo questa esperienza, hanno attivato anche la funzione di Web Acceleration con risultati strabilianti.

CloudGateway Express & VDI in a box

CloudGateway Express esce oggi: è gratis e supporta i client Windows. Rimpiazza la vecchia web interface con un accesso veloce alle applicazioni.

Dopo l’acquisizione di Kaviza annunciato a San Francisco, ora è pronto per il mercato il VDI in a Box, il virtual desktop in scatola di montaggio. Storage, server, broker, management: tutto in un singolo server. Ottimo per le esigenze di piccole e medie imprese, è scalabile e dotato di HA (alta affidabilità) e load balancing (bilanciamento dei carichi di lavoro).



Desktop personalization: Personal vDisk

Con Citrix Personal vDisk ogni aggiornamento della base image (ad esempio i service pack) è indolore: le personalizzazioni utente rimangono perché sono disaccoppiate rispetto al S.O.

vDisk mette su un disco virtuale (VHD) i dati dell’utente, così con una sola immagine si gestiscono tutti gli utenti senza che si perdano i loro dati (anche il famoso \local data).

In quest’ottica di sviluppo Citrix si intuisce che la tecnologia ideale per la gestione del desktop VDI è RES.

Citrix Personal vDisk (alias RingCube) è a costo zero per XenDesktop 5.5.

Novità XenApp 6.5

Tra le principali novità:

  • accelerazione grafica
  • ICA Multi Stream: 14 canali che possono essere gestiti con controllo indipendente di QoS (quality of service). Ogni flusso TCP può essere con priorità diversa: ad esempio dare priorità all’audio bidirezionale rispetto alla copia di file in locale
  • Desktop Director: una console centralizzata per analizzare e risolvere i problemi sulle sessioni XenApp
  • Speed Launch: le applicazioni partono istantaneamente grazie al precaricamento intelligente.

HDX ora si appoggia a un flusso ICA multicanale: un significativo passo avanti rispetto al vecchio Progressive Display, che andava regolato manualmente. Il nuovo HDX con ICA multistream si adatta automaticamente, anche se ha una console per andare in deroga alle sue metriche.


Citrix acquisisce la App-DNA

Citrix annuncia l’acquisizione della App-DNA (leggi la news), azienda che produce una suite di prodotti che facilitano analisi, compatibilità e migrazione delle applicazioni. Visto il termine imminente del supporto a Windows XP, App-DNA sarà utilissimo per la migrazione delle applicazioni.


Citrix in Europa e nel mondo: alcuni dati significativi

Al Keynote, Al Montserrat racconta che ora Citrix ha 10.000 clienti XenDesktop in Europa. Fra questi la Deutsche Bank ha adottato XenDesktop in maniera pervasiva. Motivazione n° 1: la sicurezza.

Intervistate, le prime 500 aziende americane dichiarano di voler investire in tecnologie Citrix oltre il 29% in più dell’anno precedente. Questi investimenti sono stati decisi sempre meno dai manager IT e sempre più da un direttore generale, finanziario o vendite; questo perché negli ultimi 2 anni l’approccio è passato da tattico – che risolve un singolo problema – a strategico, che coinvolge l’intera azienda.

Altre news flash:

  • 7 milioni di utenti dal lancio di XenDesktop 4
  • ogni anno NetScaler fa registrare un +70% delle vendite
  • l’acquisizione di RingCube semplifica la gestione dei desktop e riduce del 65% lo spazio storage necessario per un virtual desktop
  • una ricerca mostra come nel 2011 Citrix è stato tra i maggiori investimenti IT delle aziende più importanti
  • Gartner prevede entro il 2014 ben 70 milioni di desktop virtualizzati
  • nel 2011, nel complesso, il mercato VDI+Cloud+SaaS vale 6 bilioni di dollari; nel 2015 il valore salirà a 17 bilioni di dollari
  • esistono 75 clienti Citrix con più di 10.000 utenti connessi e 1.000 clienti con più di 1000 utenti cadauno.

Le sfide per il 2012

Le sfide che si è posto il CIO Citrix per l’anno a venire:

  • diffondere l’uso del cloud
  • far fronte alla necessità di maggior banda
  • estendere il supporto a sempre più utenti mobili
  • terminare il supporto di Windows XP per adottare definitivamente windows 7 con tutti i problemi di compatibilità applicativa

Nel frattempo Citrix dichiara fin da oggi il pieno supporto a Windows 8!

E per concludere… il menu del Citrix Summit Europe!

Serverlab