Pubblica Amministrazione e AUSL: 4 buoni motivi per virtualizzare la postazione utente con Citrix

Scritto il 15/10/2009
 

Le postazioni utenti (o P.U.) sono storicamente segnate da problematiche finora irrisolte. La manutenzione e l’aggiornamento, la gestione frammentaria dei dati che rimanevano impropriamente salvati nelle singole postazioni, la riparazione dei guasti, il problema della privacy causato dall’utilizzo pubblico di un singolo account… tutte questioni che andavano risolte caso per caso, PC per PC, con enormi costi di gestione.

Postazioni Utente virtuali con Citrix: cosa cambia

Citrix affronta il problema proponendo una soluzione capace di migliorare le prestazioni lato utente, ridurre gli sprechi di tempo e risorse (anche economiche), facilitare il lavoro dello staff IT.

  1. Riduzione dei costi di esercizio

    Il personale IT della Pubblica Amministrazione e delle Aziende Ospedaliere oggi più che mai è chiamato a rispondere dei costi. di una soluzione. Anche l’attuale Governo (E-Gov) indica come principio chiave di valutazione di un investimento IT non solo il suo costo di acquisizione ma soprattutto il costo successivo di esercizio e mantenimento ad esso associato.
    La virtualizzazione dei sistemi e delle applicazioni permette di abbattere il costo di una Postazione Utente (P.U.) in maniera significativa. Il cliente ha la possibilità di abbattere tutti i costi che impattano sulla gestione di una P.U.: acquisto, configurazione, sicurezza, consegna, monitoraggio, manutenzione, backup e ritiro. La virtualizzazione aumenta il ciclo di vita di una postazione e ne abbatte i costi di gestione.

  2. Aumento del livello di servizio

    Il fattore di dispendio, non solo in termini di risorse economiche ma di tempo, nella gestione di una Postazione Utente è un altro fattore critico per l’IT di un ente erogante un servizio. L’approccio della delivery applicativa e di sistemi permette di diminuire drasticamente i tempi di “consegna” relativi alla modifica e alla sostituzione delle postazioni di lavoro successivamente a casistiche di guasto od obsolescenza. Correlato a questo, rendere disponibile in time una P.U. significa elevare il livello di disponibilità del servizio.

  3. Postazioni Utente più sicure

    Grazie a gestione e consegna centralizzate, l’organizzazione che eroga il servizio risponde nel migliore dei modi alle esigenze di sicurezza dettate sia da un virtuoso principio di gestione che da normative ben precise (vedi il comunicato stampa del Garante della Privacy). Normative che fissano regole e soprattutto tempistiche.
    L’adozione di un approccio di lavoro centralizzato permette agli enti di rispondere a queste esigenze soddisfacendo sia il criterio normativo che quello temporale (entrambi stringenti).

  4. Un modello standard di sistemi operativi e applicazioni

    Un modello applicativo e sistemistico non orientato al desktop e alle applicazioni installate/distribuite nei client ma centralizzato e consegnato ai client secondo policy di profilo, esigenza, controllo, permette all’IT di instaurare un processo di standardizzazione delle applicazioni e dei sistemi operativi, guadagnando in termini di maggior controllo, padronanza e conseguente sicurezza.
    Ad esempio: agevola la definizione della postazione tipo in cui si definiscono a priori le applicazioni da rendere disponibili per tipologie di utenti; migliora la sicurezza eliminando la possibilità di salvataggio in locale e si garantisce la possibilità di usare applicazioni incompatibili tra loro sullo stesso PC.

Serverlab