Libraesva è leader nello sviluppo di soluzioni avanzate di e-mail security, è un’azienda italiana che accumula successi e che si è fatta largo sul mercato internazionale e nazionale. Libraesva si posiziona tra i brand più innovativi al mondo per la sicurezza e tanti sono i riconoscimenti tecnologici prestigiosi vinti negli anni.

Non posso negare che noi di Serverlab siamo felici di essere stati tra gli estimatori delle prima e ora, e siamo onorati di essere un partner storico con tante caselle di posta protette. Ho quindi pensato di invitare nella nostra sala di registrazione a Faenza Antonio Serra, Sales Director di Libraesva Italy. Antonio è un amico con cui ho parlato di molte cose: soluzioni consolidate e novità di Libraesva, ma anche dei caldi della security di questi mesi. Non ci siamo risparmiati e l’intervista è stata davvero una piacevole e scoppiettante chiacchierata.

Libraesva è una realtà dinamica con un team di ricerca e sviluppo agguerrito (non posso usare il vocabolo colorito del video!!), con una grande attenzione verso i propri partner e clienti finali. Un’azienda che ti ascolta, ci è capitato di proporre una modifica ed avere la piacevole sorpresa di trovarla in una release successiva. A questo si affianca un customer care attento e proattivo che indubbiamente non dispiace.

Noi non veniamo da una nazione dove sviluppa cyber security. Però abbiamo fatto breccia in tutto il mondo perché il nostro prodotto è un prodotto veramente di alta tecnologia e questo ci sta dando molte soddisfazioni

Antonio, Libraesva

Libraesva è l’antispam con zero falsi positivi

Sin dall’inizio abbiamo capito che si trattava di una soluzione differente, il fine-tuning veloce e la lista di moderazione affidabile ci hanno conquistato fin da subito.


Io sono dieci anni esatti che non guardo la lista di moderazione, non la guardo mai. Perché sono sicuro che quello che va a finire nel pattume è proprio pattume. Io non trovo niente che riguardi i miei clienti, fornitori, partner ecc.

Davide, Serverlab

La mail è lo strumento di comunicazione digitale più in uso, avere la certezza che l’antispam fa bene il suo lavoro è una bella comodità. E lo è anche avere la sicurezza di avere uno strumento che ti protegge efficacemente.

Libraesva URLSand sandboxing

A volte arrivano email di phishing fatte così bene che non puoi fare a meno di aprire i link nel body o nel pdf! Libraesva URLSand sandboxing, però ti aiuta a non farlo.

Il link nella viene analizzato in tempi strettissimi e viene rimandato all’utente riscritto.

Antonio, Libraesva

In tempo reale e al momento di ogni click vieni collegato ad URLSand Sandbox che fa un’analisi di sicurezza della pagina che stai per visitare. Riscrive ogni link presente nella email e lo invia al cloud Libra e se la destinazione porta su un sito potenzialmente malevolo vieni informato della pericolosità e hai modo di fermarti. Se la destinazione non presenta rischi la pagina scompare in un attimo e viene reindirizzato automaticamente sulla pagina di destinazione.

Se vuoi saperne di più trovi un video tutorial che mostra come lavora in questa news: UrlSand di LibraEsva: l’email security che ti protegge dallo sbattere il naso

Libraesva QuickSand

Se io vedo uno che entra in banca col passamontagna, francamente non mi interessa sapere né come si chiama ne il codice fiscale. Mi interessa che questo sta entrando con delle intenzioni poco chiare, quindi io disarmo lo blocco e non lo faccio entrare. Quindi se mi arriva un documento in allegato che ha delle macro e noi sappiamo cosa possono contenere, noi lo disarmiamo a prescindere che questo agisca o meno a

Antonio, Libraesva

Anche l’approccio agli allegati delle mail è fuori dagli schemi.Davide lo definisce naif. La QuickSand permette di rilevare e classificare il contenuto attivo nei documenti PDF e Microsoft Office delle mail. Blocca alla radice gli allegati che hanno determinate caratteristiche rendendole disponibili solo dopo la verifica.  In base al risultato dell’analisi, è poi possibile rimuovere il contenuto attivo, inviando il documento “sanitizzato”, o bloccando l’allegato.

Se vuoi saperne di più trovi un video tutorial che mostra come lavora in questa news: LIBRAESVA: QuickSand e URLSand

Libraesva Email Archiver

Altro argomento della nostra chiacchierata è l’annosa questione dell’archiviazione della posta elettronica, il patrimonio informativo delle aziende.

Un’altra soluzione che in questo momento sta crescendo molto è Email Archiver che non è un backup della posta elettronica ma è un sistema di archiviazione della posta. Tu in un archivio metti ben organizzate le tue informazioni e poi sai dove andarle a prendere. Abbiamo dei marcatori che ci permettono di andare a recuperare in tempo strettissimi mail di anni fa.

Antonio, Libraesva

L’archiviazione della posta è un argomento che le aziende ci chiedono sempre più spesso di approfondire, in particolare è spinosa l’archiviazione della PEC. Sono numerose le normative che regolano l’archiviazione della corrispondenza aziendale via email, il codice civile impone la conservazione dei messaggi di posta elettronica a rilevanza giuridica e commerciale per 10 anni, (articoli 2214 e 2200 del Codice civile) tramite appositi processi e strumenti che garantiscano qualità, sicurezza, integrità e immodificabilità del dato. Nella chiacchierata abbiamo parlato anche dell’annosa questione di chi cambia fornitore di PEC e si trova con queste comunicazioni da gestire.

Libraesva lascia inalterato il valore legale dei dati contenuto nelle PEC, rilasciando una una doppia certificazione di validità: quella dell’emittente originale e una emessa dalla stessa Libraesva, questo per garantire la massima tutela del ricevente.

Antonio non si risparmia e ci dice che stanno lavorando per rendere sicura anche la PEC, non vediamo l’ora di conoscere questa novita

Se vuoi saperne di più trovi due video tutorial in questa pagina: Safetycloud MailArchiver, Perché archiviare le email e la PEC?

Libraesva Mail Security Tester

Strumento che qui in Serverlab consigliamo sempre a chi ci contatta per problemi di posta è Libraesva Mail Security Tester. Non potevo non parlarene con Antonio.
Amo questo tool perchè è un test gratuito di autovalutazione della sicurezza della soluzione in uso sulla propria casella di posta. In base ai risultati del report, cioè l’elenco delle mail che passano i controlli di sicurezza è uno strumento prezioso di verifica e

Mi piace perchè è semplicissimo da usare, basta inserire la propria mail e non è è pericoloso, perchè si tratta di attacchi simulati e inoffensivi.

Ti verranno inviate 17 email innocue, ma potenzialmente dannose, che valutano il livello di sicurezza offerto dalla tua soluzione di email security su malware, link pericolosi, macro e molto altro ancora.

Queste minacce comuni renderanno ben chiaro se se il tuo server di posta elettronica è configurato correttamente per bloccarle.

i nostri competitor lo usano per mettere a punto e testare i loro prodotti!

Antonio, Libraesva

Vuoi fare un test? Ho dedicato un video su questo argomento lo trovi qui: Safetycloud Secure Email, prova qui il mail security test

Libraesva PhishBrain

Antonio ci parla dell’ultima nata in casa Libraesve: PhishBrain. Si tratta di un phishing simulator che analizza il livello di vulnerabilità aziendale identificando i dipendenti più a rischio e tracciando i loro progressi nel tempo nei confronti degli attacchi phishing. E’ un interessante stumento per capire lo stato dell’arte nella propria organizzazione e quali contromisure predisporre. E’ innegabile che è costante la crescita di false identità per conquistare la totale fiducia e indurre il malcapitato a compiere azioni dannose come condividere denaro e credenziali di accesso.

Grazie Antonio per questa chiacchierata!

Sei interessato a quest’argomento?
Compila il modulo e ti ricontatteremo al più presto

Restiamo in contatto!

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere aggiornamenti importanti sui nostri eventi e prodotti.

subscribing…