Ospite di questa videointervista di Davide è General Cavi SPA, un cliente storico di Serverlab ed un’azienda all’avanguardia anche per le scelte tecnologiche. Pierluigi Zangrillo, che ricopre il ruolo di IT manager, ci racconta le motivazioni che li hanno spinti ad abbandonare la tecnologia Citrix per passare a Parallels RAS. Pierluigi ci spiega, come hanno migliorato la gestione remota delle postazioni di lavoro nel periodo del Covid19 e come hanno risolto il problema dell’usura delle postazioni di lavoro in ambito produttivo, dove la polvere è sempre troppo alta per le ventole dei PC.

General Cavi SPA è un’azienda manifatturiera italiana specializzata nella progettazione, produzione e vendita di un’ampia gamma di cavi, fili per conduttori e prodotti elettrici. La sede centrale è in Romagna a Lavezzola di Conselice (RA), mentre le cinque filiali sono dislocate lungo tutto il territorio nazionale. General Cavi SPA è nata nel 1984 e si è sempre occupata per il mercato nazionale della produzione di cavi per la bassa tensione. Oggi, grazie alla costante attenzione verso tutte le modifiche della normativa vigente e alla ricerca di soluzioni fortemente orientate al cliente, è un punto di riferimento per il suo settore in Europa e nel mondo. 

Postazioni di lavoro centralizzate, sicure e ad alte prestazioni

L’approccio del reparto IT di General Cavi nei confronti delle tecnologie rispecchia la filosofia aziendale.

Noi come informatici cerchiamo di seguire la filosofia dell’azienda, e questa è un’azienda che è fortemente orientata verso il cliente e la personalizzazione. Cerchiamo di essere sempre il più rapidi possibili a seguire le innovazioni,  e a non dare ai  nostri colleghi  delle cose da provare, se non sono state prima collaudate da noi. La sintonia con Serverlab alla fine nasce perché voi trovare delle tecnologie che poi passate a noi. Quindi anche noi le proviamo ma è già una seconda prova. All’utente puntiamo a dare un qualcosa che sia già stato ampiamente collaudato e testato.

La virtualizzazione della postazione di lavoro è quindi per il reparto IT garantire un ‘esperienza utente sempre soddisfacente. Avere dipendenti connessi da remoto sempre soddisfatti e garantire l’accesso ai documenti e alle applicazioni (compresi Microsoft Office, browser, emulatori e pagine Web) soddisfando le differenti esigenze, da quelle standard a quelle più specifiche. Il reparto IT cercava un ambiente più semplice di quello che già aveva ma allo stesso tempo più efficace da gestire. Voleva semplicità nella struttura e funzionalità di livello enterprise come dotazione standard.

Perchè passare da Citrix a Parallels RAS?

Pierluigi ci racconta che prima scegliere Parallels Remote Application Software (RAS) si è guardato intorno, la ricerca era volta a soluzioni per semplificare la gestione IT diminuendo al contempo i costi. Indispensabile era mantenere ai propri dipendenti le massime prestazioni da remoto a cui erano abituati, indipendentemente dalla posizione geografica. Il bilancio con la teconologia Citrix rimaneva, infatti, nel complesso positivo. Perchè hanno quindi deciso di passare a Paralles RAS?

Pierluigi ci parla della crescita del carico di lavoro a cui non è corrisposta una crescita di personale. Si sofferma sulle skills tecniche richieste da Citrix che a suo avviso, sono risultate più elevate rispetto alle aspettative.  I costi di Citrix con il passare degli anni iniziavano ad essere sempre più importanti ed impedivano un aumento del numero di utenti. Per queste ragioni la scelta di General Cavi SPA si è orientata su Parallels RAS

a parte costare di meno, che ad oggi non è una cosa da buttar via è più semplice da gestire lato server.  Questa cosa ci agevola perché è comunque un’attività che è sulle nostre spalle. Ma soprattutto ci fornisce di default una gamma di prodotti già inclusi nel prezzo.

General Cavi

Per General Cavi una delle priorità era mettere i collaboratori nella condizione di accedere ai documenti e alle applicazioni soddisfando tutte le differenti esigenze da quelle standard a quelle più specifiche. Parallels RAS si è rivelato un ambiente più semplice ma allo stesso tempo più efficace. I prodotti inclusi in Paralles RAS si sono poi rivelati un’intuizione vincente quando a causa dell’emergenza Covid19, General Cavi, come un po tutti, si è trovata in maniera più che repentina con gli utenti in smartworking e la necessità di non fermare l’azienda. La gestione dell’operatività non ha avuto discontinuità. Tuttora gli utenti lavorano qualche giorno di presenza e qualche giorno in smart working.

Con l’emergenza COVID19 abbiamo comprato macchine vuote sotto dominio e una volta che l’utente si collegava trovava immediatamente il suo desktop ed i sui file. La bellezza di Parallels, secondo me, e che nel momento in cui l’utente si collega da dentro la LAN, può tirare dritto. Però nel momento in cui ci si collega da remoto, o tramite la connessione del cellulare aziendale o tramite la sua connettività di casa, l’utente ha l’obbligo di inserire una one-time password.

Eventuali differenze prestazionali rispetto a Citrix, per utenti così ben abituati sarebbero state segnalate subito al reparto IT. Pierluigi ci riferice che a detta degli utilizzatori, differenze non ce ne sono state. Questa è indubbiamente una grande soddisfazione ed è anche stata un punto di partenza per implementare la soluzione su tutta l’azienda. Perchè all’innovazione si è associato un buon risparmio che ha aiutato a portare avanti un nuovo progetto.

Parallels RAS su Raspberry Pi

In un’azienda di produzione, come General Cavi SPA, la gestione dei client è complessa e non è raro avere problemi di: ventole che si inchiodano e dischi che si  si rompono. Questo in particolar modo accade in ambito produttivo dove la polvere è sempre  molto alta. Il reparto IT per questa ragione ha preferito tecnologie che non hanno oggetti o parti in movimento, e questa è infatti una garanzia di maggior durata delle macchine. Il costo delle postazioni di lavoro?  il costo è molto interessante ma guarda il video per scoprilo.

Abbiamo usato piattaforme tipo Raspberry Pi e Thin Client, dove non c’è nulla in movimento, con sistemi operativi Linux o Windows: con Parallels RAS  tutto funziona tranquillamente.

Per finire circa nove anni fa pubblicavamo su queste pagine “6 sedi collegate con una VPN cloud che si ripaga da sola” un primo caso di successo su General Cavi che nel 2012 fece proprio il nostro Safetycloud VPN. Soluzione utilizzata per ottenere la banda larga di cui necessitavano per le loro sedi, senza spendere una fortuna e con la sicurezza di mettersi al riparo dal poco piacevole inconveniente del cavo tranciato da lavori in corso. Contiamo di vedere presto General Cavi di nuovo su queste pagine.

Sei interessato a quest’argomento?
Compila il modulo e ti ricontatteremo al più presto

Restiamo in contatto!

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere aggiornamenti importanti sui nostri eventi e prodotti.

subscribing…