Spazio all’innovazione: Angelo Po sceglie NetApp

Scritto il 13/03/2014
NetApp
 
 

Angelo Po, una passione chiamata cucina

La storia di Angelo Po inizia nel 1922 sotto il segno della passione, delle idee e di importanti investimenti. Un percorso che, anno dopo anno, continua con una costante vocazione all’eccellenza: know how, ricerca e innovazione rappresentano il trait d’union di una realtà industriale che offre una gamma integrata, dalla produzione di cucine professionali top level alla linea completa del freddo.

Oggi Angelo Po è la punta di diamante di un gruppo con 45 mila metri quadrati di stabilimenti coperti e 400 addetti, sempre pronto a soddisfare le esigenze dei più raffinati chef stellati, nazionali e internazionali ed alle società di gestione.

Il problema: molti orizzonti, poco spazio

Una realtà come Angelo Po – ci racconta Giovanni Pota, ICT Manager del Gruppo – deve gestire e archiviare una quantità enorme di dati: rendering, progetti, documenti, database, un gran numero di files di grandi dimensioni, la cui sicurezza, reperibilità ed immediata disponibilità, è fondamentale.

La crescente mole di dati richiedeva una nuova soluzione di storage in grado di rispondere alle nuove e future necessità e ai limitati spazi disponibili.

Dopo aver condiviso i nostri obiettivi con Serverlab abbiamo trovato la soluzione: si chiama NetApp.

NetApp: Il dono della sintesi

Partner NetAppNetApp è la soluzione che offre un ambiente storage del tutto nuovo: grazie alle sue caratteristiche di ottimizzazione dello spazio e accelerazione delle prestazioni, NetApp fa risparmiare il 50% di storage rispetto ai tradizionali player migliorando capacità e performance.

Flessibilità e semplicità sono il cuore di ogni prodotto e servizio NetApp: l’architettura storage unificata, versatile e scalabile garantisce la più flessibile delle piattaforme storage industriali, consentendo alle aziende di raggiungere nuova potenzialità ed efficienza.

Inoltre, NetApp si integra senza interruzioni all’infrastruttura già esistente, permettendo di sfruttare gli investimenti già effettuati e conservando gli strumenti e le procedure già in uso.

Protegge i dati, libera risorse

La gestione dei dati – ci conferma Giovanni Pota – è sempre stata presa in carico dal nostro reparto ICT: una quotidiana operatività che sottraeva tempo prezioso a progetti di ICT più significativi per il nostro core business. NetApp ha liberato risorse importanti in termini di know how a tutto vantaggio del nostro Gruppo. Serverlab, Partner NetApp, ci ha affiancato nell’adozione di questa soluzione, garantendoci il massimo supporto nell’installazione, gestione, manutenzione e supporto dei sistemi storage NetApp.

NetApp, vantaggi a prima vista:

  • abbatte fino al 95% lo spazio occupato da rack, backup, mirroring, snapshot e macchine virtuali
  • migliora l’utilizzo dello storage primario e secondario (sfrutta appieno lo spazio che hai acquistato)
  • riduce dal 30 al 50% il costo di ambienti VMware, SAP, Exchange, Oracle, file service e archiviazione
  • ripristina le macchine virtuali in 15 minuti
  • prolunga la vita del data center
  • è ecocompatibile: dimezza i consumi elettrici e di raffreddamento.

Una su 100 ce la fa

Nel 2009 NetApp si è classificata al primo posto nella classifica delle 100 migliori aziende per cui lavorare, compilata dalla rivista americana Fortune. Per la settima volta NetApp figura fra le prime 100 selezionate da Fortune, per il terzo anno consecutivo è tra le prime 15.

Sei interessato a quest'argomento?
Compila il modulo e ti ricontatteremo al più presto

 

Serverlab