Mandarina Duck: successo attuale e progetti futuri

Scritto il 20/01/2006
Successo Mandarina Duck
 
 

Sergio Venturi, IT Manager e Andrea Spadoni, IT NET Administrator, Mandarina Duck

I motivi della centralizzazione

La Mandarina Duck è un’azienda leader nel settore della moda con sedi a Bologna, Barcellona, Dusseldorf, Londra e Parigi e con oltre 150 punti vendita in tutta Europa.

Mandarina Duck - Caso di successo Citrix

Nel 2003 con l’aiuto di Serverlab adotta le tecnologie Citrix nelle tre sedi italiane.

Sergio Venturi, IT Manager e Andrea Spadoni, IT NET Administrator descrivono il motivo della scelta:

“Abbiamo 200 postazioni di lavoro e veniamo da una situazione classica dove ciascuno aveva il proprio pc. Ogni computer quindi generava problemi che erano da risolvere uno alla volta. Qualsiasi aggiornamento di software richiedeva sforzi importanti da parte della nostra struttura IT. Basta pensare che l’aggiornamento di Office su tutte le postazioni avrebbe richiesto 2 mesi di lavoro di una persona.”

Hanno contattato Serverlab e dopo un periodo di prova iniziale hanno centralizzato con Citrix MetraFrame Presentation Server l’intero parco delle applicazioni in uso:

“Centralizzare significa risparmiare. Siamo già sicuri che nel 2005 eviteremo 17.000 Euro di spese hardware e risparmieremo 7.000 Euro di ore uomo che erano dedicate alla installazione e riconfigurazione dei pc.”

Andrea Spadoni ora gestisce tutto dalla sua postazione di lavoro.

Alla Mandarina Duck l’ambiente di lavoro è identico per il 90% dei computer e comprende oltre a Office anche alcuni applicativi per la gestione aziendale. In questa situazione, ovvero quando la maggior parte dei pc hanno la stessa configurazione, la centralizzazione risulta particolarmente vantaggiosa.

Un esempio pratico: sul sistema era impostato l’avviso automatico di ricezione di nuova posta. Quando un utente riceve un nuovo messaggio, viene fuori la finestrella di avviso che blocca la scrittura. Molti utenti non gradiscono l’interruzione ma probabilmente da soli non sono in grado di disattivare l’avviso.

“Con il sistema tradizionale dovevo andare da ciascun utente che non voleva questa impostazione, aprire per loro il programma di posta, andare su Strumenti… Opzioni… e spuntare la casella di disattivazione dell’avviso automatico.

Ora con Citrix e PowerFuse ho la possibilità di impostare qualsiasi opzione o funzionalità avanzata di qualsiasi applicativo a livello centralizzato. Lo faccio io per loro dalla mia postazione senza interrompere il loro lavoro. Posso gestirlo per gruppi di utenti, per applicazioni, per singoli utenti…”

Un progetto per il futuro dei punti vendita

Alla Mandarina Duck l’entusiasmo per la centralizzazione si sta diffondendo. Lavorando in stretta sintonia con Serverlab sono in fase di studio diversi progetti fra cui un test per portare la centralizzazione ai 150 punti vendita sparsi in tutta Europa.

Attualmente ciascun punto vendita ha un pc con un software installato per la gestione del negozio, del magazzino, della presa ordini e delle statistiche di vendita. Questo software è installato in maniera tradizionale quindi con il proprio database che deve essere regolarmente sincronizzato con il database della sede, una procedura complessa di allineamento tra database che la centralizzazione permetterebbe di evitare.

“Vogliamo utilizzare gli investimenti di sostituzione dei personal computer dei punti vendita per collegarli tramite internet direttamente al software centralizzato, evitando così qualsiasi procedura di sincronizzazione o di duplicazione di dati.”

Serverlab