Gli attrezzi del sistemista

La borsa degli attrezzi del sistemista

Ecco gli strumenti che il sistemista usa nel lavoro di tutti i giorni

Scritto il 17 gennaio 2018 • System integration

Tutti pensano che la giornata di un giovane sistemista scorra lenta, in ufficio davanti al pc a controllare che tutto sia sempre a posto e senza troppe imprevisti.

In verità non è sempre così, non lo è per me comunque.

Il lavoro del sistemistaIo che ormai non sono nemmeno più così giovane, sono più di 10 anni che faccio questo lavoro, quando sono in ufficio e ho già programmato nel dettaglio la mia agenda giornaliera vengo interpellato dalla collega che mi dice “Andrea hai un attimo?” la risposta è ovviamente NO ma spesso lei è già partita con il racconto del suo grave problema informatico…

Detto tra noi il problema informatico può essere di una banalità disarmante e non appena sono arrivato nel suo ufficio mi dice “Andrea grazie, ma ho già risolto!” oppure complicatissimo…mi stupisce sempre il suo talento nel trovare i bachi.
E alla fine il giovane sistemista è un professionista IT con una grande versatilità, sempre preparato all’imprevisto ed ai racconti di misteriose scomparse di file, ovviamente solo se sono di vitale importanza, o alla tanto generica quanto disarmante affermazione “qua non va niente!”!

Ma oltre ad e adottare un atteggiamento di calma zen, cosa c’è nella valigia da lavoro del sistemista?

Basandomi sui prodotti che gestiamo in Serverlab, le utility che uso più spesso sono le seguenti:

  • Google search
    Il motore di ricerca Google è indubbiamente il migliore amico del sistemista. Quando hai bisogno lui c’è sempre, non vuole nulla in cambio, non richiede attenzioni e non ha mai bisogno di te.
  • La suite Sysinternal di Microsoft
    Sono una serie di software storici che ti aiutano ad avere un quadro generale del sistema.
  • Notepad++
    Il nome dice tutto è un editor di testo ed il blocco note in confronto è poca roba.
  • TreeSize
    Sapere cosa sta occupando lo spazio disco è sempre importante, aggiungerei non solo per un sistemista.
  • Putty
    Per lui sono certo che non servano commenti. Vero? La gestione in remoto dei sistemi informatici aumenta il mio tempo libero.
  • Un set di shortcut da posizionare sul desktop dei server
    Avere gli shortcut a portata di mano ti fa risparmiare 2 click che a fine giornata poi sono tanti!
  • Tool di ottimizzazione dei server virtuali
    Perché sprecare risorse inutilmente???
  • Tethering dello smartphone
    Google deve essere sempre a disposizione!
  • Programmi di network discover
    Sempre guardarsi attorno, prima regola del sistemista.
  • Programmi per il test del I/O disco
    Con l’avvento della virtualizzazione lo storage condiviso può creare colli di bottiglia.

Questo è più o meno quello che c’è nella mia borsa virtuale, e a fine giornata anche grazie a loro faccio sembrare semplice ciò che in realtà è spesso molto complesso.
La prossima volta, se potete, non dimenticate di circostanziare il problema.
Per rendere un sistemista felice, in fondo basta poco!
p.s. le mie colleghe sono fantastiche 🙂

Nota a margine: Ti piacciono gli articoli come questo?
Alla puoi leggere anche: “Il tecnico è quello della caldaia, io sono un sistemista!

Sei interessato a quest'argomento?
Compila il modulo e ti ricontatteremo al più presto

Serverlab